Poltrone chauffeusele caratteristiche delle poltrone chauffeuse

La poltrona chauffeuse trova le sue origini nella Francia del XVI secolo quando si usava utilizzarla accanto al focolare oppure accanto al caminetto per riuscire a trovare il massimo calore possibile. Si trattava di poltrone con struttura in legno rivestite di tessuto e imbottite in modo che fossero quanto più comode possibile. Le chauffeuse, a quei tempi come adesso, sono caratterizzate dal fatto di essere poltrone molto basse posizionate praticamente a terra e dal fatto di avere uno schienale molto alto per raggiungere il massimo della comodità ed essere completamente prive di braccioli. Si tratta cioè, per cercare di tradurre queste caratteristiche, di una poltrona molto comoda e funzionale che permette di essere molto vicini alla fonte di calore, di stare in una posizione con le gambe eventualmente allungate verso il pavimento e la schiena bella dritta e di raggiungere qualsiasi tipologia di utensile o accessorio con un semplice movimento delle braccia.

poltrone chauffeuse

Immagine presa da http://www.mediamaisonsdumonde.com

La chauffeuse negli anni è passata un po' di moda soprattutto a causa del fatto che sempre meno abitazioni possiedono un focolare accanto cui posizionarla ma in realtà ne esistono molte versioni differenti che chi ama questo stile di seduta può scegliere per la propria abitazione.

Sono soprattutto le chauffeuse realizzate in stile etnico quelle che sono riuscite negli anni a riscuotere un successo maggiore. Si tratta di poltrone realizzate interamente in fibre intrecciate come vimini, rattan, midollino e giunco che sono accompagnate da cuscini ampi e morbidi rivestititi in tessuti naturali di colore chiaro. Queste poltrone sono la scelta ideale anche per i giardini magari da posizionare al fresco sotto l'ombra di un gazebo o di una pergola.

Sono poi molto diffuse anche le chauffeuse moderne e soprattutto quelle di design. Le chauffeuse moderne sono caratterizzate, proprio come le altre poltrone moderne, dal linee molto geometriche che in questo caso, grazie all'assenza dei braccioli e allo schienale così alto, sono portate sino all'estremo raggiungendo così un minimalismo che ha veramente dell'incredibile. Le chauffeuse di design assumono invece forme melliflue e astratte con colori molto brillanti tanto da sembrare spesso nuvolette ultracolorate che vagano per il soggiorno oppure macchie di inchiostro lasciate chissà come in un angolo. Sono perfette per dare al soggiorno quel pizzico di allegria, colore e originalità in più di cui di solito ha bisogno.

 Articoli correlati